Cammino Portoghese di Santiago 2021

A giugno 2021 ho percorso gli ultimi 120km di questo cammino fino a Santiago de Compostela, partendo da Valença, cittadina portoghese al confine con la Spagna.
Il Cammino portoghese di Santiago comincia da Lisbona, anche se la maggior parte dei pellegrini lo comincia da Porto. Avendo pochi giorni a disposizione, ho scelto di farne solo le ultime tappe.

Il racconto del cammino, preso dal diario di quei giorni

giorno 1
da Valença (Portogallo) a O Porriño (Spagna)
circa 22km

La giornata è stata piuttosto tranquilla e piacevole. Partita da Valença poco dopo le 8 (avevo la colazione in albergo) ho fatto un giro per il paese, dove c’è una bella fortezza antica che racchiude il centro storico.
Poco dopo ho raggiunto il fiume Minho che fa da confine tra Portogallo e Spagna, l’ho attraversato percorrendo un ponte e mi sono ritrovata dall’altra parte, precisamente nel grazioso borgo di Tui.
Altro giretto e foto di rito, per poi proseguire per tutto il resto del percorso, sostanzialmente facile e senza dislivelli, in parte attraverso boschi ma con parecchi tratti di asfalto.
Al 13mo chilometro ho trovato un bel punto di sosta, “the pilgrims café” a Ponte das Febres, dove mi sono fermata per uno spuntino. Ho poi proseguito fino al paese finale, dove poco prima di arrivare ho perso i segnali e allungato di quasi un km e mezzo…
Ho incontrato qualche gruppetto di camminatori, principalmente portoghesi.
Tempo coperto praticamente tutto il giorno, non fa caldo e si cammina bene, non fa neanche freddo ma domani è previsto temporale. Speriamo bene
P.s. fa buio tardissimo
P.s.2 ho incontrato alcuni “ponti romani”, come quelli delle escursioni nel Lazio, mancano le forre però, qui tutto granito rosa e niente tufo.

Piccolo cenno storico:
“er poro” San Telmo, mentre intorno al 1250 si stava recando in pellegrinaggio a Santiago, fu colpito da gravissime febbri proprio sul luogo dove si trova il Ponte das Febres (malaria? Boh)
Fu costretto a tornare indietro fino a Tui, dove morì in breve tempo, e di cui divenne il santo patrono.

giorno 2 – 20 giugno 2021
da Porriño a Redondela, km 16

Stamattina sono uscita poco prima delle 8, a cercare un posto per fare colazione prima di mettermi in marcia. Purtroppo era tutto chiuso e mi sono incamminata (senza caffè🙄🙄🙄) sperando di trovare qualcosa più avanti. Dopo pochi chilometri ha cominciato a piovere, fortuna avevo la mantella, ed era una pioggia fitta ma non un acquazzone. È durata una mezz’oretta, il tempo di raggiungere il paesino successivo, Mos, dove c’erano ben due bar.
Sosta per fare una colazione abbondante e ho ripreso il cammino. Subito dopo Mos si comincia a salire per un bel pezzo. Il percorso odierno scorre via principalmente su asfalto, tranne alcuni tratti nel bosco. Poco dopo aver cominciato la discesa verso Redondela, meta finale di oggi, ha ricominciato a piovere. Per fortuna mancava poco all’arrivo, difatti sono arrivata poco dopo l’una.
Dopo un riposino ho deciso di uscire nuovamente perché il ragazzo dell’ostello mi aveva segnalato un paio di posti: una cascatella e una passeggiata sulle passerelle in legno che costeggiano la Ria.
Solo che pioveva ancora, e al ritorno ha cominciato di brutto.
Sono tornata totalmente inzuppata, facendomi comunque altri 7 chilometri. Non sono stanca però, la tappa di oggi era relativamente breve e abbastanza facile.
Temo per domani ancora pioggia, anche perché non credo che le scarpe si saranno completamente asciugate…
Piccola nota geografica:
le Rias, in questo caso le Rias Baixas, sono una caratteristica della costa occidentale della Galizia: una serie di penisole si protendono nell’oceano, separate tra loro da profonde insenature, quasi dei veri e propri fiordi, dove l’acqua dell’oceano si mischia a quella dei fiumi che sfociano in ognuno di questi fiordi.
Redondela si trova nella parte più interna della Ria de Vigo.
È un paesaggio molto affascinante e particolare, che avevo avuto modo già di notare la prima volta che ero venuta in Galizia (tra l’altro, era fine dicembre e c’era un sole splendente… ora siamo a giugno e piove!)

giorno 3
da Redondela a Pontevedra, circa 20km

Buonasera amici, eccomi col consueto aggiornamento: dico subito che la tappa di oggi è stata molto bella.
Cominciata con un’abbondante colazione, i primi chilometri sono stati su asfalto, con qualche saliscendi e con la pioggia che a un certo punto si è fatta forte.
A quel punto mi sono fermata per un caffè, e quando ho ripreso il cammino la pioggia man mano è scemata. Poco dopo ho raggiunto Pontesampaio, una località con ponte medievale che attraversa un fiume, laddove questo sfocia nel fiordo, formando una zona umida che è anche riserva naturale. Questo posto è davvero bello, ho scattato un mare di foto.
Superato il ponte e il paesino di Pontesampaio, il percorso entra in un bellissimo bosco, pieno di eucalipti dal profumo intenso.
A tratti si percorre un basolato, ma non saprei dire se è una strada romana perché non ci sono indicazioni. Per fortuna il cielo si è un po’ aperto e ho potuto finalmente camminare in pantaloncini e maglietta.
Si ritorna brevemente sull’asfalto prima di prendere, a pochi chilometri da Pontevedra, una deviazione, la senda fluvial, che è un sentiero che corre accanto a un torrente nel bosco, veramente bello, e oltretutto consente di evitare un lungo tratto di asfalto per entrare in città.
Pontevedra è davvero deliziosa, con un bellissimo casco antiguo (il centro storico), e piena di gente in giro, molto vivace.
Mi avevano indicato un ristorante specializzato nel pulpo, ma purtroppo era chiuso per riposo.
Ho ripiegato su un altro, e ho dovuto aspettare fino alle 8 che arrivasse il cuoco😅 …orari spagnoli…😉
Una giornata davvero bella e intensa, questo cammino mi piace molto!

giorno 4
da Pontevedra a Caldas de Reis, Km 22 circa

Anche oggi una bella giornata, il percorso è stato principalmente nel bosco e pianeggiante. Non ha piovuto, a tratti usciva anche un po’ di sole, in compenso si è alzato vento ed è stata una giornata piuttosto fresca. Ho fatto la prima pausa al decimo chilometro, non c’erano molti punti sosta aperti in questa tappa.
Pochi km prima dell’arrivo ho fatto una deviazione per andare a vedere una bella cascata, valeva veramente la pena, le foto non le rendono giustizia.
Successivamente il percorso era un sentiero che passava in mezzo a vigneti.
L’alloggio scelto per oggi si trova circa 1km e mezzo prima del paese, mi sono fermata a riposare un po’ ma in serata sono comunque andata fino al paese, molto carino dove c’è anche una vasca di acqua termale calda. Aperitivo e poi sono tornata indietro, aggiungendo così ulteriori chilometri a quelli già fatti
Si va avanti, “senza fretta ma senza sosta”

giorno 5
la penultima tappa: da Caldas de Reis a Padrón
19km

Oggi finalmente è uscito un po’ di sole, sempre alternato a nubi e vento fresco. Però ero veramente carica, nonostante ieri avessi un po’ di dolore ai polpacci. Complice anche il percorso pressoché pianeggiante, ombreggiato e con meno asfalto dei giorni precedenti, sono andata parecchio spedita e alla prima sosta caffè erano passati quasi 10km! Fatti praticamente senza accorgermene.
A quel bar sembrava ci fossimo tutti dati appuntamento, ho rincontrato quasi tutti quelli dei giorni scorsi, e abbiamo poi percorso alcuni tratti insieme.
Arrivata a Padrón all’ora di pranzo, ho fatto uno spuntino e poi sono andata a riposare un po’. Uscita di nuovo il pomeriggio per il paese, anche questo carino e vivace.
E domani l’ultima tappa! Quasi mi dispiace finire…

giorno 4
da Padrón a Santiago, 26km
24/06/2021

Stamattina sono partita un po’ prima del solito, faceva un freddo tale che avevo le orecchie congelate. Però finalmente è una splendida giornata. La tappa è più su asfalto e in centri abitati rispetto alle precedenti, con alcuni bei tratti boscosi. In salita leggera ma costante. Ho fatto una prima sosta caffè dopo 8/9km. Poi, mentre passavo all’altezza di Teo, ho visto una bottega con esposti dei bellissimi ritratti in bianco e nero di camminatori. Mi sono incuriosita e ho chiesto al ragazzo che era lì, mi ha detto che ha cominciato questo progetto di ritrarre i pellegrini qualche anno fa, e vorrebbe farci un libro. Allora ho deciso di farmi fotografare, nei prossimi giorni me le invierà. Ho trovato questo progetto molto interessante.
Proseguendo si entra in zone sempre più urbanizzate fino all’arrivo a Santiago.
Quando sono entrata in città mi sono emozionata, ed è stato bellissimo arrivare sulla piazza della cattedrale. Pellegrini singoli o in gruppo, persone che ridevano, cantavano, urlavano, si abbracciavano, piangevano, ballavano. Chi con fasciature alle ginocchia, chi con i piedi massacrati dalle vesciche, tanti in bicicletta… una grande energia.
Più tardi li ho rivisti per le vie del centro. Molti mi salutavano perché ci eravamo incontrati durante il cammino.
E’ stata veramente una bella esperienza, nonostante non abbia fatto un cammino intero ma solo una parte. Santiago è una città splendida e vitale, trasmette gioia. Ci tornerò ancora.

Qualche informazione pratica: per percorrere questo tratto di Cammino portoghese partendo dall’Italia, la cosa migliore è volare su Porto. Sia dalla città che dall’aeroporto ci sono dei pullman che arrivano a Valença (e proseguono poi per la Spagna). Io al ritorno ho volato da Santiago a Roma via Madrid con Iberia, mentre altre città italiane hanno voli diretti da/per Santiago.
Per le accoglienze, nel 2021 quando ho percorso il cammino la maggior parte degli albergues municipali era chiusa a causa del covid; gli ostelli privati accoglievano a capienza ridotta. Io ho prenotato quasi tutto tramite booking, ma vorrei consigliare sia per informazioni sulle accoglienze, sia per i percorsi con tappe, dislivelli ecc, il sito di gronze.com, dettagliatissimo e sempre aggiornato, e l’app per il telefono camino ninja.
L’ho trovato un cammino sostanzialmente facile, non particolarmente impegnativo dal punto di vista fisico, con pochi dislivelli. Ci sono fortunatamente molti tratti boscosi e freschi, e fontanelle in abbondanza. Ho preferito suddividerlo in tappe (che poi erano quelle “canoniche”) da 20km di media o poco più, distanza che posso percorrere giornalmente senza eccessive difficoltà.

scrivi qui il tuo commento