Marrakech e Essaouira: informazioni pratiche
Marrakech e Essaouira: informazioni pratiche

Marrakech e Essaouira: informazioni pratiche

Di ritorno da un breve viaggio in Marocco, 5 giorni tra Marrakech e Essaouira (dal 21 al 25 aprile), voglio darvi qualche informazione pratica per il soggiorno.
Le mie impressioni su queste due città potete leggerle qui: Marrakech express, Di Essaouira e dei feeling “a pelle”.
Abbiamo passato i primi due giorni a Marrakech, il terzo siamo partiti a metà mattina per Essaouira da cui siamo ripartiti il giorno seguente nel primo pomeriggio per tornare a Marrakech. Il 25 avevamo il volo all’ora di pranzo.
Abbiamo approfittato di una promozione Alitalia “vola con gli amici” prendendo il biglietto a un prezzo convenientissimo.

Valuta:
1€ circa 10.55 dirham, questa al momento è la cifra che offrono in quasi tutti gli uffici cambio. Si avvicina molto alle tariffe ufficiali e trovate lo stesso cambio sia negli uffici in aeroporto che in città.
Per il prelievo con bancomat non mi hanno tolto commissioni delle banche marocchine, eventualmente c’è la commissione della propria banca.

Aeroporto di Marrakech:
al momento un solo terminal (un altro è in costruzione), la sala arrivi e partenze è la stessa.
Uscendo a sinistra ci sono i taxi, un cartello dice che la tariffa per la città (5/6km) è di 70 dirham, quando chiederete vi spareranno 20 euro. Se avete voglia contrattate, altrimenti accanto ai taxi c’è l’autobus N. 19 che ferma in piazza Jemaa el Fna (e anche altre fermate) al costo di 30D a persona, 50 biglietto a/r. Non conosco la frequenza delle corse ma noi l’abbiamo trovato che partiva pochi minuti dopo il nostro arrivo.
Al ritorno abbiamo preso il taxi al costo di 70D.
Per i più pigri, si può concordare il transfer col proprio hotel. A me avevano chiesto 15€.
Tenete presente che all’interno della medina non circolano auto, quindi se il vostro hotel o riad si trova lì, dovrete fare un po’ di strada a piedi.

Trasporti locali a Marrakech:
ci sono numerose linee di autobus che attraversano la città moderna, il costo di una corsa è di 4D.
Ho usufruito del taxi in città 3 volte: dalla stazione ferroviaria ai giardini di Majorelle 25D, dall’uscita della medina (Dar el Bacha) alla stazione 25D, la stessa tratta al contrario 20D.

Da Marrakech a Essaouira:
sono circa 175km, e ci sono due compagnie di autobus principali che effettuano il servizio: la Supratours e la CTM.
La Supratours è la compagnia di autobus delle ferrovie marocchine, copre con gli autobus le tratte non servite dai treni.
Il viaggio dura circa 2h45/3h, inclusa una sosta di 20/30min in un ristorante-bar lungo la strada.
I pullman sono nuovi, confortevoli e puntuali. Il biglietto costa 70D a tratta, e i bagagli da mettere nel portabagagli inferiore hanno un costo di 5D, si deve fare una sorta di check-in del bagaglio prima della partenza dell’autobus. All’interno si possono portare solo borse o zainetti che entrano negli scomparti in alto.
A Marrakech la stazione Supratours si trova accanto alla stazione ferroviaria, a Essaouira si trova a pochi metri da una delle entrate della medina (a cui quindi si accede direttamente a piedi). Consiglio di acquistare il biglietto un giorno prima.
Le stazioni della CTM invece in entrambe le città sono un po’ più fuori mano.

Essaouira si gira tranquillamente a piedi, sia la medina che le zone del porto, è tutto racchiuso in un’area abbastanza limitata.

Telefono:
la maggior parte degli alloggi è dotata di connessione wifi. In alternativa, per chiamare in Italia ci sono telefoni pubblici a scheda. Chiamare i fissi in Italia costa pochissimo, una scheda da 20D (circa 2€) vale per 40 minuti di telefonate.

Alloggi:
i più diffusi tipi di alloggio sono i riad, vecchie case tradizionali marocchine col patio interno, riadattate a piccoli hotel o b&b.
Ce ne sono di tutti i prezzi e caratteristiche. Io questa volta ho preferito prenotare le prime due notti a Marrakech e quella a Essaouira tramite booking; l’ultima notte a Marrakech l’ho prenotata direttamente al riad dov’ero le prime due.
La mia scelta si è basata principalmente sul particolare che avessero il letto matrimoniale e non alla francese (diffusissimo).
Marrakech: Riad Tahar Oasis (non ha sito internet, la mail è riad.tahar.oasis@gmail.com), il gestore parla inglese e francese, il ragazzo all’accoglienza e la signora della colazione solo francese, gentilissimi. Camera pulita carina e confortevole, colazione ottima, il wifi prende solo nelle aree comuni (o in camera vicino alla finestra), bella terrazza per rilassarsi; in un vicolo tranquillissimo in una zona abbastanza tranquilla della medina. Letto duro ma per i miei gusti comodo. La spesa per tre notti circa 116€ (le prime due avevano la tassa di soggiorno), si può pagare sia in euro che in dirham e con carta di credito.
https://www.booking.com/hotel/ma/riad-tahar-oasis.it.html
Essaouira: Riad Dar Latigeo (email riadlatigeo@gmail.com), proprietario George, un francese completamente squinternato ma molto gentile e che vi può dare vari suggerimenti. Il riad si trova nella medina, facile da trovare, ha due camere con bagno e quattro che condividono due bagni (2stanze/1bagno per piano). Pulitissimo, sia le camere che i bagni, noi abbiamo trovato posto solo nella camera con bagno condiviso, ma non c’era alcun problema. Tra l’altro ho letto che quella col bagno privato ha una scaletta scomoda per raggiungerlo e gli odori del bagno si sentono in camera…
Colazione ottima con dolci e spremute fatti in casa, letti comodi e camere confortevoli, wifi veloce e diffuso in tutto il riad, terrazza. Prezzo 23€ incluso 3€ di tassa. Anche qui pagamento contanti €/D e carta di credito.
https://www.booking.com/hotel/ma/dar-latigeo.it.html
In generale, se dormite nelle medine, fatevi mandare via email una piantina per raggiungere i riad, è molto facile perdersi nella medina di Marrakech. Quella di Essauira è molto più semplice e squadrata. Casomai possono anche venirvi a prendere a piedi.

Cibo e bevande:
in quanto italiani, e avendo viaggiato spesso in paesi dove hanno una cucina fantastica, quella marocchina non ci ha particolarmente entusiasmato.
Poche cose, spiedini di vario tipo, couscous; un piatto che ci è piaciuto è il tajine, una sorta di stufato di carne, pollo, agnello o verdure, cotto in un tegame di coccio, speziato. Buoni i falafel.
Ottime invece le spremute d’arancia e frullati vari, frutta buona. Squisito il tradizionale the alla menta.
Birra e alcolici vari non facili da trovare, soprattutto nelle medine. Nei ristoranti internazionali o negli hotel più grandi si trovano. Buonissimi anche i dolci, i datteri e i fichi secchi.
Ci sono molti tipi di olive, buone, e spezie di ogni tipo.
A Essaouira ottima scelta il pesce appena pescato e grigliato lì per lì, e ci sono banchetti che hanno il succo spremuto dalla canna da zucchero.

Documenti:
passaporto (in alcuni casi basta la carta d’identità per l’espatrio, credo se si viaggia con viaggi organizzati). Non è necessario il visto, viene apposto il timbro in arrivo e in uscita.
Per guidare è sufficiente la patente italiana.



Scopri di più da CiPiaceViaggiare

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

2 commenti

  1. Pingback:Di Essaouira e dei feeling "a pelle" - CiPiaceViaggiare

  2. Pingback:Marrakech express - CiPiaceViaggiare

scrivi qui il tuo commento