Olanda 2015


Olanda in Camper

(diario di viaggio dal 15 aprile al 10 maggio di Franco F.)

image002Partenza: 14 Aprile 2015 ore: 9,45 Km. 59.085
Rientro: 10 Maggio 2015 ore: 17,15 Km. 63.805
Percorsi: Km. 4.873
Mezzo: Mobilvetta – Top Driver P81 – Ducato 130 Multijet
E-mail: franco.fanti@libero.it Sito Web: http://francofanti.wix.com/azonzoincamper

olandaMartedì 14 Aprile 2015
(Santena – Fleurville (Francia))
Con l’arrivo della primavera la natura si risveglia dal letargo invernale e gli uomini si scuotono di dosso il grigiore della stagione fredda e sentono la voglia di evasione all’aria aperta. Ed è proprio con questo spirito di rigenerazione che decidiamo di concederci una bella vacanza in un luogo in cui la primavera dimostra tutta la sua vitalità: l’Olanda e la fioritura dei tulipani.
Partiamo alle 9,45 in direzione Moncenisio con un cielo fantastico e clima quasi estivo.
Giunti a Susa scopriamo che il valico del Moncenisio è ancora chiuso quindi ci troviamo costretti ad oltrepassare il confine mediante il Traforo del Frejus con il “misero” esborso di €. 58,50.
Ci fermiamo per il pranzo ad Orelle sul comodo piazzale della cabinovia di fianco al fiume Arc.
Ancora con sole caldo e cielo terso riprendiamo il viaggio alla volta di Macon. La strada è bella e scorrevole e si snoda fra le alture verdeggianti ed a tratti rocciose, che racchiudono grandi centri abitati e caratteristici villaggi, importanti corsi d’acqua e magnifici laghi. Lunghi tratti di strada alberata accompagnano il nostro procedere e grandi gomitoli di vischio appesi ai rami attraggono favorevolmente la nostra attenzione.
Giungiamo a Macon, grande centro abitato attraversato dal fiume Soane, proprio nell’ora di punta e non trovando subito una collocazione per la notte, proseguiamo fino a Fleurville dove troviamo immediatamente sistemazione nel parcheggio dell’Ufficio del Turismo con camper service.
La temperatura finalmente si è abbassata e ci godiamo il fresco della serata con un bel film in TV .
Charlie, dopo questa tappa di trasferimento piuttosto sedentaria, ha apprezzato di gran lunga il bel prato verde che circonda il parcheggio.

continua a leggere il racconto qui: Olanda, fiori canali e mulini a vento nella terra rubata al mare

olanda1


scrivi qui il tuo commento