Cornovaglia 2013


NOI 3 IN CORNOVAGLIA

(racconto di viaggio dal 6 al 16 agosto di Valentina)

foto Cornovaglia 2013
« 1 di 11 »

Ed eccomi a raccontare il primo viaggio affrontato con il nostro cucciolo Francesco, che ad agosto 2013 aveva 11 mesi.
Qualche dubbio prima della partenza lo abbiamo avuto, perché molti dei nostri amici ci dicevano che viaggiare con un bimbo sarebbe stato impossibile e che avremmo dovuto scegliere la classica vacanza al mare… noi non siamo proprio i tipi e, spinti anche dai nostri amici Marcello e Betti che, nello stesso periodo, avrebbero visitato gli stessi posti con la piccola Anna Clara di 2 anni e mezzo, nel mese di aprile abbiamo prenotato il volo: Genova – Londra con British airways.
Abbiamo optato per 11 giorni di viaggio e per soggiorni in appartamento, tranne l’ultima notte in hotel vicino all’aeroporto. Abbiamo deciso di suddividere il viaggio in 2 parti, prenotando 2 appartamenti diversi per tutta la durata del viaggio: la prima a Bristol, città che ci ha piacevolmente colpiti e la seconda a Tregullon, vicino a Bodmin, nel cuore della Cornovaglia, dove abbiamo trovato un vero e proprio paradiso! Da qui, abbiamo visitato i dintorni con la comodità alla sera di tornare a “casa” con tutti i comfort per il nostro Francy.
La scelta si è rivelata azzeccata, perché, se da un lato soggiornare sempre nello stesso posto, ci ha fatto fare più km e percorrere la stessa strada più volte durante il viaggio per raggiungere posti diversi, dall’altro ci ha consentito di non dover sempre preparare i bagagli e di avere un luogo “familiare” dove tornare alla sera!
L’esperienza è stata positivissima e Francesco è stato bravissimo! Non avremmo potuto chiedere di meglio!
Abbiamo poi prenotato la macchina su economycarrental.com con l’optional del seggiolino per Francy e stipulato, subito dopo aver prenotato il volo, l’assicurazione annullamento su viaggisicuri.com e, sempre sullo stesso sito, prima della partenza, anche quella sanitaria per avere una copertura aggiuntiva.
Gli appartamenti e l’hotel sono stati prenotati preventivamente tramite booking e tripadvisor.
Dopo ci siamo dedicati allo studio delle cose da vedere!

Ed ecco il nostro itinerario:
Genova-Londra-Bristol
Bristol-Castle Combe-Lacock-Bristol
Bristol-Bath-Bristol
Bristol-Wells-Glastonbury-Tregullon
Tregullon-Clovelly-Boscastle-Cameldorf-Tregullon
Tregullon-Polperro-Tintagel-Tregullon
Tregullon-Penzance-Minack Theatre-Porthcuro-Land’s End-Tregullon
Tregullon-Marazon-Saint Michael’s Mount-Lizard Point-Tregullon
Tregullon-St.Ives-Mousehole-Tregullon
Tregullon-Exeter-London
Londra-Genova

Martedì 06/08/2013
Partenza alle 13:00 da casa, dopo aver lasciato parte dei bagagli all’aeroporto con il nonno!
Francy dorme solo ¼ h in macchina, durante il tragitto e, arrivati in aeroporto, è eccitatissimo!
Il volo ha ½ h di ritardo e, nonostante la lunga attesa, Francy è incuriosito dalla novità e sta bravo. Saliamo sull’aereo praticamente per primi, lasciando il passeggino proprio prima di salire a bordo, dove il nostro piccolo si inquieta un po’ all’idea di stare seduto nello stretto e legato con la cintura, ma, appena l’aereo accende i motori, si tranquillizza e al decollo sorride felice! Gli facciamo consumare la sua merenda e, con la pancia piena, si addormenta per 40 minuti, così come il mio braccio, ma sono felice che sia riuscito a rilassarsi! Si sveglia poco prima dell’atterraggio e non piange per nulla quando l’aereo tocca il suolo.
Usciamo dal velivolo e dobbiamo portare Francy in braccio fino al nastro dei bagagli, dove troveremo il nostro passeggino. Passiamo i controlli e mentre Roby recupera i bagagli, io telefono, così come d’accordo, al nostro car rental (Car & Van Rental London Gatwick) per farci venire a prendere in aeroporto. L’appuntamento è alla fermata numero 9 degli autobus.
Cambiamo 100€ in sterline e ci incamminiamo alla fermata, dove arriva a prenderci un simpatico ragazzo su una Kia Rio rosso fiammante. Quando gli dico che a Roby piace molto, dice che ce la lascia! ottimo! arriviamo al deposito delle auto, sbrighiamo tutte le formalità per il noleggio, montiamo il seggiolino per Francy e carichiamo i bagagli. Roby poi fa un po’ di pratica con la guida a sinistra… in precedenti viaggi avevamo già guidato a sinistra, ma questa è la prima volta con una macchina in affitto col cambio manuale… in Australia avevamo il cambio automatico, mentre in Irlanda eravamo andati in camper direttamente dall’Italia, quindi, deve farci un po’ la mano!!
Detto fatto, impostiamo il navigatore con l’indirizzo dell’appartamento di Bristol e si va!
Francy è un po’ stanco e noiosetto, quindi decidiamo di fermarci al primo distributore di benzina, che ha anche una grandissima food court, facciamo il pieno, cambiamo il pannolino e mangiamo 2 burritos buonissimi, la cui pasta assaggia anche Francy. Poi saliti in macchina, è il suo turno: latte della mamma per cena! Così il cucciolo si rilassa e possiamo arrivare tranquillamente a Bristol, nel nostro bellissimo appartamento prenotato su booking: Your Space Balmoral House.
Sbrighiamo le procedure di self check in, che ci erano state mandate via mail al momento della prenotazione e, una volta entrati, scopriamo che è davvero stupendo, enorme, modernissimo, super equipaggiato, pulito e con 2 splendidi balconi sull’aera pedonale di Bristol! Come concordato, ci sono anche lettino e seggiolone per Francy, manca solo il permesso per il parcheggio, che avevamo richiesto e pagato. Telefono così al numero delle emergenze ed in pochi minuti ci mandano una addetto con permesso e telecomando per parcheggiare l’auto nel parcheggio sotterraneo a pagamento, che si trova nel palazzo verde di fronte alla struttura.
Francy nel frattempo si è svegliato ed è eccitatissimo di trovarsi in questa nuova casa, ma è comunque stanco per l’intensa giornata! E’ tardissimo! sono le 11 di sera e non ne vuole sapere di dormire… solo ancora un po’ di latte lo tranquillizza e lo fa crollare!
Io e Roby sistemiamo un po’ di cose in casa e finalmente possiamo infilarci sotto le coperte anche noi!

Spese di giornata
Benzina: 50£
Spesa: 12£
Affitto macchina: 353 €

Mercoledì 07/08/2013
La notte, a parte una sveglia alle 4, è passata bene, ma alle 6 Francy è sveglio e, dopo la pappa, non ne vuole proprio sapere di riaddormentarsi, così ci alziamo e, dopo la doccia, preparo il pranzo per il piccolo da mettere nel termos e poi scendo al comodo supermercato Tesco, proprio all’angolo del nostro appartamento, aperto dalle 7 del mattino alle 11 di sera per prendere qualcosa per noi per colazione.
Siamo così pronti per partire e per incontrare Marcello & family a Castle Combe, un grazioso paesino, dove hanno girato diversi film!
Francy dorme in macchina 1 oretta durante il viaggio e noi ci godiamo la rilassante campagna inglese.
Una volta arrivati, possiamo finalmente riabbracciare i nostri amici. Visitiamo insieme il pittoresco villaggio che è davvero un gioiellino!
Partiamo alla volta di Lacock, dove, dopo aver parcheggiato a pagamento (3£ per tutto il giorno), essendo l’ora di pranzo, ci fermiamo a pranzare al Red Lion. Francy mangia la sua pappa, mentre io prendo prosciutto, uova e patate, Roby sceglie salsiccia e piselli e un piatto di camembert con pane e mirtilli, tutto è divino!! Usufruiamo del fasciatolo nel bagno del locale per il cambio del cucciolo e poi ci avventuriamo per il bellissimo paesino, dove hanno girato molte scene dei film di Harry Potter.
Visitiamo anche la Lacock Abbey (18£ in 2), che è bellissima! Il giardino e il chiostro sono davvero spettacolari! Francy è cotto, ma non riesce a prendere sonno, così salutiamo Marcello, Betti e Anna Clara, con la promessa di vederci tra qualche giorno in Cornovaglia e andiamo in macchina, dove nel tragitto di ritorno verso Bristol, Francy può riposare. Lasciamo a casa le cose che non ci servono e a piedi andiamo alla scoperta di questa città: è bellissima e modernissima! Assolutamente da consigliare un weekend qui!
Ci sono un sacco di fontane e giochi d’acqua, dove i bambini si divertono a correre e a bagnarsi, ci sono statue strane e una grossa palla a specchio, che mi fa immaginare di essere a Chicago davanti al “fagiolo” J.
Pausa gelato per merenda e proseguiamo con la visita della parte vecchia. La città è piena di statue di Gromit, il personaggio di un cartone animato ed è davvero bellissimo andare alla ricerca di questi cagnolini tutti colorati e diversi tra loro!
Girovaghiamo ancora e poi ci infiliamo nel Tesco sotto casa a comprare patate, pasta e formaggio per cena.
Dopo un po’ di tentativi di camminata di Francy per casa, crolliamo tutti a nanna!

Spese di giornata
Spesa: 12£
Parcheggio: 3£
Pranzo: 40£
Abbazia: 18£

Giovedì 08/08/2013
Sveglia alle 7 per la pappa di Francy, dopo una notte tranquilla. Il cucciolo è ancora stanco e, dopo un po’ di giochi sul lettone con mamma e papà, si riaddormenta, così ne approfittiamo per fare colazione e preparare la pappa per il mezzogiorno per lui. Alle 9 è comunque sveglio e dopo poco siamo pronti per uscire.
Decidiamo di fare un salto al Cabot Circus, un grande centro commerciale nel centro di Bristol. Il complesso è moderno e molto bello, ma non acquistiamo nulla, perché la moda lascia molto a desiderare…
Riprendiamo la macchina, lasciata in uno dei parcheggi del centro commerciale e ci dirigiamo verso Bath. Fortunatamente in macchina, Francy si addormenta un po’, perché a causa di lavori stradali c’è un po’ di traffico e ci mettiamo più del previsto. Finalmente arriviamo! Parcheggiamo a pagamento per 3h e ci dirigiamo verso il centro pedonale.
E’ tardi e Francy deve mangiare, così ci infiliamo nel locale di fronte alle terme romane, dove il nostro piccolo può mangiare la sua pappa e noi un burgher e un fish & chips fenomenali!! Usufruiamo, come sempre, del fasciatolo presente nel locale e poi ci mettiamo in fila per visitare le terme romane. L’ingresso è salato, 31€ e dobbiamo lasciare il passeggino e caricare Francy su uno zainetto da trekking. Peccato aver lasciato il nostro marsupio in macchina, perché la struttura dello zaino è rigida e pesante.
Le terme sono stupende! C’è molta gente e la nostra visita è stata piuttosto veloce, anche se avrebbe potuto essere molto più approfondita grazie all’audioguida in italiano che spiega ogni parte del bel complesso!
Francy, bravo nello zaino sulle spalle di Roby, si diverte a tirargli l’audioguida dal collo…
Usciti, memori dell’esperienza americana, quando abbiamo preso una multa per esserci presentati in ritardo, andiamo subito ad aggiungere soldi al parcheggio e proseguiamo la visita di Bath, mentre il nostro cucciolo se la dorme beatamente sul passeggino. Vediamo la bella cattedrale, lo scenografico Pulteney Bridge e The Royal Crescent.
Ci prendiamo un soft ice cream e poi entriamo da Mark & Spencer, dove Roby si compra 3 camicie e Francy viene cambiato!
Torniamo in macchina,merenda per il cucciolo e via verso Bristol! Sulla via del ritorno incontriamo delle simpatiche mongolfiere che volano in cielo.
Ci fermiamo in un enorme supermercato, dove facciamo un po’ di spesa di omogeneizzati della Hipp e di altre cose che ci possono servire e poi andiamo a vedere l’imponente ponte sospeso simbolo di Bristol, il Clifton Suspension Bridge, che però non attraversiamo! Torniamo a casa e, dopo aver sistemato un po’ i bagagli per la partenza di domani, ceniamo a base di pasta all’olio, formaggio, ananas e Oreo! Francy cena a base di latte di mamma, poi assaggia formaggio, ananas e conclude con un biscotto. Dopo giochi, tentativi di passetti e risate, si va tutti a nanna!

Spese di giornata
Parcheggio: 7.40£
Pranzo: 28.40£
Terme: 31€
Spesa: 23£

Venerdì 09/08/2013
Sveglia di Francy alle 6, subito pappa, ma dopo i soliti giochi, di nuovo nanna.
Dopo poco, ne approfitto per alzarmi, preparare il pranzo da mettere nel termos e raccogliere le varie cose. Mi raggiunge presto anche Roby e, dopo colazione, continuiamo la preparazione dei bagagli. In poco tempo, è tutto sistemato e stipato nelle valigie, così quando si sveglia il nostro piccolo, possiamo dedicarci alla sua preparazione. Lasciamo Bristol a malincuore, ci siamo trovati veramente bene e speriamo che il nuovo appartamento in cui soggiorneremo sia alla stessa altezza.
La prima tappa della giornata di oggi è rappresentata dalla visita di Wells, con la sua bella cattedrale ed il palazzo del vescovo.
L’atmosfera che si respira in questo piccolo borgo è bellissima, la cattedrale imponente e affacciata su un enorme prato verde, dove le famiglie inglesi e non solo si rilassano!
Ci piace molto, ma, visto che è quasi l’ora della pappa di Francy, ci dirigiamo subito verso Glastonbury.
Parcheggiamo a pagamento e ci fermiamo a mangiare in un pub subito all’inizio del paese: per me omelette con formaggio e patate, per Roby prosciutto cotto arrosto con uovo e patate e poi creme brulè e crumble con mele e gelato. Francy mangia la sua minestra e poi assaggia creme brulè e gelato!
Usciti dal locale ci incamminiamo verso la Glastonbury Abbey, paghiamo l’ingresso e rimaniamo letteralmente affascinati da quel che resta di questa enorme abbazia! Stupenda!! Passiamo un bel po’ di tempo a giocare e a fare le prove di camminata sul prato e poi visitiamo quella che si crede essere la tomba di re Artù e Ginevra.
Usciti dall’abbazia facciamo un giro per i negozietti del paese. Visto che Glastonbury è meta di nuovi hippies e santoni, perché si crede che da qui passino delle linee magnetiche “positive”, ci sono un sacco di negozi che vendono il tipo di abbigliamento che adoro, quindi non posso esimermi dal comprare un paio di pantaloni con cavallo basso color prugna!
Ci dirigiamo poi verso la Thor, una torre circolare che si erge su una collina, anch’essa meta di pellegrinaggi e luogo di meditazione e di credenze new age.
Francy si addormenta durante il tragitto e quindi affronto solo io l’ascesa per vederla. La vista da lassù sulla campagna inglese è veramente molto piacevole e rilassante!
Bisogna ancora ricordare che secondo alcuni Glastonbury sarebbe la leggendaria Avalon, dove Giuseppe di Arimatea avrebbe depositato il santo Graal. Si può, infatti, anche visitare un giardino, il Chalice Well, con un pozzo, sul cui fondo potrebbe trovarsi il Graal, ma noi, purtroppo, non abbiamo avuto tempo per farlo.
Cominciamo così il nostro viaggio per addentrarci nel cuore della Cornovaglia e raggiungere Tregullon, dove si trova il nostro lodge prenotato su internet. http://www.tregullon.co.uk/
Durante il viaggio Francy è un po’ noioso ed, oltre ad una tappa per la merenda, ci dobbiamo fermare in autogrill un’altra volta per fargli sgranchire un po’ le bambine e fare un cambio pannolino.
Giunti a Bodmin, dopo molti dubbi riguardo alla strada percorsa, perché strettissima ed in mezzo a siepi altissime, che delimitano i campi, il navigatore (grandi nuvi!!) ci porta al nostro lodge a Tregullon: è un paradiso!!! Su internet ci era sembrato molto bello e le recensioni erano tutte molto positive, ma mai e poi mai avremmo pensato di trovare una casa così bella!
E’ immerso nel verde, grandissimo, pulitissimo e ha tutto quello che serve: troviamo persino il latte fresco in frigo, zucchero, caffè, sale, scottex, carta per alimenti, lavatrice, lavastoviglie, forno a microonde, 2 tv a schermo piatto, dvd, libri e giochi da tavola… insomma non avremmo potuto chiedere di meglio!
Conosciamo la simpatica proprietaria Jill, che ci fa vedere come funzionano gli elettrodomestici e poi prepariamo la cena: spaghetti con cornish cream trovata in frigo. Francy crolla alle 10, noi ci rilassiamo un po’ in sala sui comodi divani usufruendo del wi-fi e poi andiamo a nanna.

Spese di giornata
Parcheggio: 2£
Pranzo: 23.40£
Abbazia: 12£
Benzina: 41£
Varie: 4.40£

Sabato 10 agosto 2013
Come al solito, sveglia di Francy alle 6, pappa e poi di nuovo nanna, ma stamattina ne approfittiamo anche noi e dormiamo fino alle 8.30!
Colazione e preparazione del pranzo e partenza verso il villaggio di Clovelly, nel Devon, dove il tempo è migliore che in Cornovaglia. http://www.clovelly.co.uk/
Paghiamo l’ingresso (ebbene sì, per visitarlo è necessario passare da una sorta di visitor centre con ingresso a pagamento!) e poi ci avventuriamo in discesa verso il molo. Il villaggio è davvero da cartolina e molto pittoresco, ma l’acciottolato per il passeggino è un incubo… saremmo dovuti scendere con il marsupio.
Ci fermiamo in un localino a mangiare, ma non siamo fortunati come gli altri giorni: né il mio cornish pasty (una specie di empanada ripiena di carne e formaggio), né il piatto di pesce freddo scelto da Roby ci soddisfano… lo stesso Francy oggi non apprezza la pappa: sughi pronti Mellin bocciati!
Proseguiamo ancora un po’ la discesa, ma rinunciamo a raggiungere il molo, perché la strada non è davvero adatta al passeggino… facciamo comunque molte foto e Francy ha la fortuna di conoscere e accarezzare l’asino Toby!
Al Visitor centre compriamo degli stickers da attaccare all’armadio della cameretta di Francesco.
Ritorniamo in macchina e, mentre il nostro piccolo fa il suo riposino, attraversiamo la famosa cornish roads…
Ci spostiamo verso Boscastle, un altro villaggio di pescatori famoso per il suo porto protetto dalle scogliere! Lo visitiamo nel momento della bassa marea con le barche in secca, molto suggestivo! A turno io e Roby percorriamo parte del sentiero sulle cliffs e vediamo dove il mare entra nell’insenatura del porto! Bello!
Ci fermiamo poi in una pasticceria dove gustiamo il traditional Cornish Tea, servito con pane caldo e la cornish cream, una crema di burro e formaggio divina! Anche Francy gradisce molto!
Lasciamo Boscastle e passiamo per Cameldorf, l’antica Camelot, ma non ha nulla di interessante da vedere e quindi torniamo verso Bodmin, facendo tappa in un grosso supermercato.
Arrivati al nostro lodge, ci godiamo il panorama e preparo un po’ di sugo per la sera, mentre Francy vuole sempre camminare tenuto da Roby! Sta migliorando tantissimo!
Ceniamo con pasta al sugo, insalata e budino e poi tutti a nanna.

Spese di giornata
Ingresso a Clovelly: 12£
Pranzo: 20£
Merenda: 11£
Spesa:21£

Domenica 11 agosto 2013
Sveglia alle 7, pappa di Francy e, visto che non riesce più a prendere sonno, tutti in piedi! Oggi è il mio compleanno e trovo vicino alla mia tazza della colazione un biglietto di Roby: grazie amore!
Dopo i soliti preparativi di pappa e oggi anche di panini per noi, partiamo alla volta di Polperro.
Arrivati nel piccolo villaggio di pescatori, paghiamo il parcheggio per 3 h e ci dirigiamo verso il centro. E’ bellissimo!! Sarà che anche la giornata è stupenda, ma è davvero incantevole ed ogni scorcio è buono per fare una foto!
Arriviamo al porticciolo e vediamo le barche “ a galla”, ma piano piano vanno in secca per il ritiro della marea! Che meraviglia! Giriamo in lungo in largo e percorriamo anche parte del sentiero sulle scogliere, dopo aver messo Francy nel marsupio e lasciato il passeggino vicino alla partenza di barche adibite ad effettuare a pagamento il giro del porto.
Facciamo foto a non finire e non smetteremmo mai di addentrarci tra violetti e stradine! Incantevole!
Intanto è arrivata l’ora di pranzo e visto che la marea si è ritirata e si è formata una bella spiaggia, ci fermiamo a mangiare proprio qui! Francy gioca con la sabbia e con le pietre! Si diverte molto!
Dopo risaliamo in macchina e ci dirigiamo verso Looe, ma, visto che Francy si è appena addormentato e il tempo improvvisamente è diventato tutto grigio, non la visitiamo.
Ci spostiamo a Tintagel, dove abbiamo appuntamento con Marcello, Betty e Anna Clara per visitare le rovine del castello di Re Artù. Arriviamo prima dell’ora stabilita per l’appuntamento e gironzoliamo per il paesino, che è piccolissimo e non ha molto da offrire, a parte un buon gelato!
Ci incontriamo con i nostri amici e, caricati i bimbi in marsupio e zaino da trekking, scendiamo a visitare quel che resta di questo meraviglioso castello costruito a picco sul mare. Ci sono scale e diversi percorsi da seguire e la vista che si gode da quassù è davvero meravigliosa! Percorriamo tutti i sentieri possibili, mentre il nostro piccolo si addormenta sulle mie spalle e noi scattiamo molte foto. Saliamo anche su un’altra collina, dove si trovano altre rovine non a pagamento. Davvero incantevole! Da consigliare a tutti!
Alla sera ci spostiamo a Delabole, dove soggiornano Marcello e famiglia e ci fermiamo per cena al Poldark Inn: antipasto misto per 4 a base di nachos con cheddar, patate e formaggio, onion rings e sandwich ai funghi e poi hamburger per me e grigliata per Roby! Ottimo! Mi fermo nel loro appartamento per dare la pappa a Francy e poi salutiamo a malincuore in nostri amici, perché da oggi i nostri viaggi prenderanno strade separate.
Torniamo a Tregullon, guidando per le strade della Cornovaglia di notte… un’esperienza piuttosto inquietante… strade deserte strettissime delimitate da siepi altissime, scenario perfetto da film horror… meno male che il nostro piccolo se la dorme beatamente!
Arrivati a “casa”, lavatrice e lavastoviglie e poi nanna!
Un’altra meravigliosa giornata è trascorsa!

Spese di giornata
Parcheggio totale: 8£
Tintagel: 11.89£
Cena: 34£
Varie: 8£

Lunedì 12 agosto 2013
Oggi il nostro cucciolo compie 11 mesi! Auguri tesoro!
Sveglia alle 6.30, pappa e poi di nuovo nanna per tutti fino alle 8. Dopo la solita preparazione del pranzo per Francesco, siamo in partenza, con un po’di ritardo rispetto alle altre mattine, in direzione di Penzance. Purtroppo, lungo la via, incontriamo un po’ di coda e traffico, ma alle 12 arriviamo e parcheggiamo a pagamento nel porto.
Facciamo un giro per il paese e ci fermiamo subito a mangiare in una pasticceria, così Francy può consumare la sua pappa e noi possiamo gustare i famosi Cornish Pasty, delle specie di mezzalune ripiene con verdure e formaggio, che ci ricordano le empanadas, ma, dobbiamo ammettere che le cugine argentine sono molto meglio!!
Dopo aver fatto ancora 2 passi per il centro, che a dirla tutta, non ci entusiasma molto, ci dirigiamo al Minack Theatre, un anfiteatro, con la forma degli antichi teatri greci, scavato nella roccia a picco sul mare. Come sappiamo, visto che abbiamo letto in precedenza gli orari sul sito http://www.minack.com/, oggi non ci sono spettacoli in corso e quindi possiamo svolgere la nostra visita senza problemi. Carichiamo Francy nel manduca sulle spalle di Roby ed entriamo.
La giornata è strepitosa e il teatro è stupendo! Ci aggiriamo tra i gradoni e facciamo foto in ogni angolo. Chissà come deve essere suggestivo assistere ad uno spettacolo in questo contesto! Dal teatro, si vede benissimo la meravigliosa spiaggia di Porthcurno e, visto che c’è un ripido sentiero che porta giù e Francy è comodo nel marsupio, prendiamo il pleid in macchina e scendiamo.
La spiaggia è affollatissima, ma davvero stupenda! Francy inizia subito a giocare con la sabbia e tutti e 3 mettiamo i piedi a bagno nell’oceano… l’acqua è gelata!
Dopo un po’ di tempo, percorriamo il sentiero in salita e ci dirigiamo verso Land’s End.
Paghiamo il solito parcheggio e andiamo a vedere la punta più a ovest dell’Inghilterra e il suo famoso faro! Molto, ma molto bello anche questo luogo! Ancora una volta il sole ha illuminato la nostra giornata e acceso l’oceano di un blu intenso e le scogliere di un verde smeraldo!
Ci fermiamo qui a fare merenda e a comperare qualche souvenir per i nostri amici e poi pronti in macchina per tornare a Tregullon. Sosta per benzina e finalmente meritato riposo per Francy, che non aveva ancora fatto la sua nanna dalla mattina. A casa cena a base di hamburger e insalata, lamponi e creme caramel. Alla 10:00 tutti a nanna!

Spese di giornata
Parcheggi: 4.90£
Pranzo: 8.60£
Ingresso Minack Theatre: 11.97£
Merenda: 3£
Benzina: 40£

Martedì 13 agosto 2013
La nostra sveglia vivente (Francesco!) suona sempre alle 6.30, ma, dopo la sua razione di latte, si mette in modalità “off” e ci concede ancora un po’ di riposo fino alle 8.30!
Colazione e preparazione pappa da mettere nel termos e poi partenza per Marazion, da cui vogliamo visitare Saint Michael’s Mount, un’isola con un bel castello e giardino, collegata alla terra ferma via mare o da una strada percorribile solo con la bassa marea, copia dell’omonima e più famosa Mount Saint Michel francese.
Parcheggiamo, neanche a dirlo, a pagamento, proprio davanti all’isolotto e visto che la marea è ancora alta e sono le 12, decidiamo di fermarci al GoDolphin Arms a mangiare, dove prendiamo 2 ottimi burger con patate fritte e ci godiamo dalla finestra la vista della marea che piano piano si abbassa e scopre la strada di collegamento!
Terminato il pranzo, il sentiero lastricato ormai può essere percorso a piedi e quindi ci incamminiamo! E’ molto suggestivo, ma difficoltoso da percorrere con il passeggino… fortunatamente abbiamo dietro anche il marsupio e quindi carico il piccolo sulle spalle, per evitargli troppi sobbalzi, specie dopo pranzo, mentre Roby fa il “rally” con il passeggino!!
Arrivati sull’isola, decidiamo di andare a visitare la fortezza, facciamo la coda per entrare e lasciamo il passeggino all’ingresso, visto che dovremmo salire diversi gradini. Ci inerpichiamo così sul monte e arriviamo all’ingresso. La vista da quassù è splendida e il giardino che circonda il castello è davvero molto bello.
L’interno è meno interessante, soprattutto per l’enorme quantità di gente, che rende il tutto un po’ claustrofobico… fortunatamente Francy riesce ad addormentarsi sulle mie spalle!
Finita la visita, scattatiamo diverse foto sulla via del ritorno e lasciamo poi un po’ Francy sgambettare in spiaggia.
Ci dirigiamo così verso Lizard Point, la punta più meridionale dell’Inghilterra. Che meraviglia!! Le scogliere della Lizard Peninsula sono davvero stupende e il faro bianco che si staglia in cielo altrettanto! Davvero molto bello!
Ci fermiamo nella pasticceria di fronte al parcheggio per la merenda: io e Roby prendiamo 2 enormi fette di torta, mentre Francy si mangia il suo yogurt e pera.
Percorriamo poi parte del sentiero sulle scogliere fino al faro, di fronte a noi onde, mare e rocce, che meraviglia!
Terminata la visita, torniamo al nostro Tregullon per cena e nanna.

Spese di giornata
Parcheggio: 3.80£
Pranzo: 25.8£
Ingresso fortezza Saint Michael: 15.20
Merenda: 10.80£

Mercoledì 14 agosto 2013
Sveglia di Francy alle 6, pappa e nanna fino alle 9!!!
Oggi ci svegliamo per la prima volta con la pioggia, facciamo quindi tutto con più calma, ma decidiamo lo stesso di dirigerci verso St Ives, sperando che il tempo migliori. In effetti, quando arriviamo nella cittadina, non è bello, ma non piove!
Siamo obbligati a parcheggiare a pagamento sulle alture della città in un grande parcheggio con tanto di parcheggiatori e poi a scendere a piedi in centro, ma così facendo, ci godiamo la bellezza di St Ives dall’alto!
La città è piena di turisti, ragazzi, suonatori, è davvero molto vivace e congestionata, ma molto bella ed elegante!
Ci fermiamo per mangiare in un tipico english pub, buio, scuro e con tanto di moquette (un po’ puzzolente!) sul pavimento. Come pranzo, scegliamo prosciutto, uovo e un tortino di pesce da dividere a metà. Per la prima volta qui non troviamo a disposizione un seggiolone e il fasciatoio per Francesco, in tutti gli altri locali o posti visitati abbiamo sempre trovato tutto il necessario per i bimbi! Complimenti agli inglesi!
Dopo il pranzo, comunque non male, ci aggiriamo per le vie della cittadina, dove ci sono davvero degli angoli molto suggestivi e arriviamo a vedere anche le sue belle spiagge, parecchio frequentate, visto che è spuntato il sole!
Prima di rientrare in macchina, entriamo in una grossa piscina coperta vicina al parcheggio, dove possiamo usufruire gratuitamente del “baby changing” per il nostro piccolo! Ancora complimenti!
Saliamo in macchina e andiamo verso Mousehole, un piccolo borgo di pescatori, da cui si gode una bella vista su Saint Michael’s Mount. Il paesino è davvero carino e giriamo molto volentieri per le sue stradine!
Ci fermiamo in una bella caffetteria con giardino per la merenda: cornish tea per Roby e mega gelato con brownie per me! Torniamo così alla nostra auto e ci dirigiamo verso Tregullon. Meno male che abbiamo il navigatore perché infilarsi nelle strette strade contornate da siepi altissime, non è mai semplice e alla fine, per tornare a casa, ogni volta, ne percorriamo una diversa!!!
La cena stasera per noi è povera (insalata e formaggio), perché abbiamo ancora lo stomaco pieno a causa dell’abbondante merenda, mentre Francy non si accontenta più solo del latte della mamma e ci fa capire di volere minestra con semolino e formaggio… A 11 mesi e 2 giorni, diciamo che è giunto il momento di eliminare il pasto di latte serale e sostituirlo con una vera cena! Bravo cucciolo!
Dopo la pappa, Roby gioca con Francesco, mentre io preparo le valigie, visto che domani dobbiamo lasciare a malincuore il nostro bel lodge a Tregullon.

Spese di giornata
Parcheggi: 8.70£
Pranzo: 20£
Merenda: 11£

Giovedì 15 agosto 2013
Purtroppo di questa giornata non ho preso alcun appunto, né scritto le spese, ma cercherò di scrivere sulla base dei miei ricordi.
Oggi dobbiamo percorrere 400 km per arrivare a Londra, dove abbiamo prenotato una notte al Premier Inn di London Gatwick http://www.premierinn.com/en/hotel/GATTHY/london-gatwick-airport-north-terminal per partire poi domani mattina presto per Genova.
Dopo la sveglia e la colazione, preparo pappa per Francesco sia per mezzogiorno che per la sera, chiudiamo tutti e bagagli e carichiamo la macchina.
Salutiamo il nostro bel Willow Lodge e ringraziamo di aver trovato un posto del genere per il nostro primo vero e proprio viaggio con Francy, perché, con tutti i comfort forniti, ci ha fatto davvero sentire come a casa!
Per spezzare il viaggio, abbiamo deciso di fare tappa ad Exeter, dove vogliamo visitare la bella e famosa cattedrale. Arrivati nella città, parcheggiamo in un parcheggio coperto a pagamento e ci dirigiamo verso il centro. La piazza della cattedrale è molto ampia e contornata da un bel prato verde! Peccato che sulla facciata principale della chiesa ci siano le impalcature, che rovinano un po’ le foto!
Entriamo e ci gustiamo la visita dell’enorme cattedrale, seguendo la bella guida fornita all’ingresso! Francy è bravissimo e ci consente di vedere tutto con calma!
Terminata la visita, facciamo un giro per il centro pedonale, che è molto carino e ci fermiamo a mangiare in un locale che fa crepes brettoni, buonissime!! Facciamo ancora un po’ i turisti ed entriamo in vari negozi, tra i quali Super Dry, che come stile, ci ricorda molto Abercrombie e ci compriamo 2 magliette!
Ritorniamo in macchina e riprendiamo la nostra strada verso Londra. Avvicinandosi alla capitale, aumenta anche il traffico, quindi ci fermiamo in alcuni grossi distributori per spezzare il viaggio e fare distrarre un po’ Francesco.
Arriviamo al nostro hotel alle 19 e ci accorgiamo che è proprio di fronte al terminal da cui dovremo partire domani! La macchina non sarebbe proprio servita!!! Provo a telefonare al nostro car rental, che è un po’ fuori rispetto all’aeroporto per sapere se sono aperti e se possiamo consegnare la macchina un giorno prima, ma purtroppo sono già chiusi e siamo anche costretti a pagare circa 20£ per lasciare la macchina per una notte nel parcheggio dell’aeroporto! Mi dispiace di aver fatto questo errore nella preparazione del viaggio! Non pensavo proprio che l’hotel fosse davanti al terminal!
L’albergo è frequentatissimo, ci consegnano la nostra stanza con il lettino per Francy e, visto che la camera non è molto grande, siamo proprio felici di aver scelto la soluzione degli appartamenti per questo primo viaggio, perché abbiamo avuto a disposizione sempre tanto spazio per il nostro piccolo e per i bagagli!
Data l’ora di cena, andiamo al ristorante dell’hotel, ma bisogna attendere 1 h e quindi decidiamo di prendere 2 tramezzini e dei muffin e di consumarli al bar.
Giochiamo un po’ Francesco in una zona riservata ai bimbi e torniamo in camera a dormire.
Domani ci aspetta il volo di rientro.

Venerdì 16 agosto 2013
La sveglia suona molto presto perché dobbiamo riconsegnare l’auto e poi prendere il volo alle 9.05, facendo prima il check-in. Ci svegliamo e prepariamo, mentre il piccolo dorme ancora, poi è il suo turno e in fretta siamo pronti per uscire. Ci dirigiamo subito verso il nostro car rental che è a circa 20 minuti dall’aeroporto e abbiamo un attimo di panico quando il navigatore, su cui avevo memorizzato le coordinate per ricordare il luogo di riconsegna dell’auto, ci dice che siamo arrivati… ma siamo praticamente in mezzo al nulla!! Fortunatamente, presa una svolta a sinistra, ci troviamo sul lato opposto dell’officina! Evviva!! Arriviamo contemporaneamente all’addetto, che, dopo aver osservato l’auto, ci saluta e ci fa portare da un suo collega in aeroporto.
Facciamo subito il check-in e, visto che siamo in orario, ci gustiamo finalmente una bella colazione con calma!
Arriva così il nostro turno di salire sul volo, Francy è emozionato e contento di essere nuovamente su un aereo e poco dopo il decollo, si addormenta sereno sul mio braccio.
Che dire di questo viaggio? Che lo rifaremmo sicuramente mille e mille volte! Siamo stati benissimo, abbiamo visto posti bellissimi e il nostro cucciolo è stato davvero molto bravo!!
Speriamo che i primi passi che ha percorso in questo viaggio ci portino lontano ad affrontare ancora tante altre avventure insieme!!
E infine, ancora una considerazione: viaggiamo e viaggiamo sempre, anche con i bimbi piccoli! Non lasciamoci intimorire, perché la sorpresa e l’emozione che vedremo nei loro occhi di fronte a posti e cose nuove e diverse ci riempirà il cuore di gioia e sapremo sempre di aver fatto la scelta giusta!

Buon viaggio e alla prossima!


scrivi qui il tuo commento